20160322_170932
20160322_17092620160322_171002

Cucina legno con cibo finto

12,00€

Far finta di cucinare è uno dei giochi più amati dai bimbi di ogni età. Cucina in legno di balsa dipinta e decorata a mano. Sotto il piano cottura un vano apribile contiene una pentolina in legno di balsa e feltro con coperchio, n. 6 pezzi di cibo in legno PLAN TOYS tra ortaggi e frutta, infine una mini presina di stoffa cucita a mano e un cucchiaio di legno. La scatola in legno di pino misura cm. 12×12 altezza cm. 5,5 facilmente trasportabile. Alla fine del gioco puoi riporre tutto sotto il piano cottura.

Descrizione prodotto

Cucina legno vintage con cibo finto 

Far finta di cucinare è uno dei giochi più amati dai bimbi di ogni età. Cucina in legno di balsa dipinta e decorata a mano. Sotto il piano cottura un vano apribile contiene una pentolina in legno di balsa e feltro con coperchio, n. 6 pezzi di cibo in legno PLAN TOYS tra ortaggi e frutta, infine una mini presina di stoffa cucita a mano e un cucchiaio di legno. La scatola in legno di pino misura cm. 12×12 altezza cm. 5,5 facilmente trasportabile. Alla fine del gioco puoi riporre tutto sotto il piano cottura. Il gioco simbolico è stato analizzato dallo psicologo Jean Piaget, e riguarda soprattutto la fase evolutiva dei bambini. È questo un periodo di vita nel quale essi cominciano ad elaborare il proprio pensiero simbolico, in quanto imparano a rappresentare mentalmente sé stessi, le situazioni, gli oggetti indipendentemente dalla loro presenza. Ad esempio i bambini sono in grado di compiere imitazioni differite, cioè di rappresentare azioni passate delle quali sono stati testimoni (come pettinare la bambola allo stesso modo della madre che pettina la sorellina). Frutto di tale fenomeno è il gioco “far finta di”, appunto il gioco simbolico, che presuppone un’imitazione differita (correre sopra un cavallo) e delle combinazioni mentali (usare il manico di scopa al posto del cavallo). Imitare la mamma che cucina, ecc. Questa è un’attività molto divertente che tutti abbiamo sperimentato in vari modi da piccoli, ciò dimostra che il gioco andando oltre al suo valore pedagogico è anche divertente.
Ad esempio un bambino è in grado di fingere e quindi apprende ad usare i simboli, oggetti che ne rappresentano un altri: il gioco creativo nel quale il bimbo usa, per esempio, una scatola per rappresentare un tavolo, dei pezzetti di carta per rappresentare i piatti ecc. È fondamentale infatti che il giocare procuri divertimento, che offra una varietà di possibilità e sia adatto agli interessi, all’età e al grado di sviluppo dei piccoli. Ogni bambino impara in modo diverso e a velocità diverse. L’acquisizione di alcuni concetti è molto più facile manipolando del materiale o giocando con mamma o papà. Il bambino può aver piacere di vedere che sta imparando qualcosa e riesce dove prima non era in grado a patto che la sfida proposta sia proporzionata alla capacità del bambino per non metterlo inutilmente in una situazione di fallimento. Al di là di queste etichette di giochi pedagogici e giochi educativi l’importante è sempre che il giocare procuri divertimento, che offra una varietà di possibilità e sia adatto agli interessi, all’età e al grado di sviluppo del bambino.

La cucina è uno dei giochi più amati da bambine e bambini. Come tutti i giochi di legno è prodotta con materiali naturali, colorati con tinte a base di acqua conformi alle normative vigenti. I giochi di legno piacciono soprattutto ai bambini per la loro semplicità che non tralascia la cura del dettaglio. Il legno è un materiale solido, caldo al tatto e indistruttibile, perciò i giochi di legno possono tranquillamente passare di generazione in generazione grazie al loro fascino che non passa mai di moda. Li chiamiamo giochi della tradizione perché in realtà sono senza tempo. Un bambino si diverte con questo tipo di giocattoli sviluppando la sua immaginazione senza rendersi conto, perché la semplicità e la struttura dei giochi di legno porta a stimolare i sensi in modo naturale, in particolare il tatto e l’olfatto: Il senso del tatto è essenziale per capire i vantaggi dei giocattoli di legno, perché il legno in se stesso è un elemento vivo, ha più possibilità di stimolare il tatto che un giocattolo di plastica. Fornisce anche le camere dei bambini di un look più naturale. È importante pure il senso dell’olfatto: Il legno ha un odore caratteristico molto più stimolante per i piccoli di casa, e sono molto più caldi che i giocattoli di plastica.

Vediamo quali sono i vantaggi dei giocattoli in legno:

  • Sono semplici e questa semplicità li rende perfetti per stimolare lo sviluppo sensoriale del bambino;

  • Sono realizzati con un materiale naturale di cui conservano il calore e il profumo: perfetto per stimolare il tatto e la vista;

  • Non si rompono alla prima caduta a terra, quindi durano più a lungo e il rischio che il bambino si faccia male con un giocattolo rotto è minimo;

  • Hanno un “finale aperto”: molti giochi in legno si prestano ad essere reinterpretati dal bambino con la sua immaginazione, avendo così a disposizione ogni giorno un gioco differente;

  • Sono belli da vedere, danno un senso di cura anche all’arredamento della cameretta e della casa;

  • Non necessitano della continua assistenza di un adulto, quindi favoriscono l’indipendenza e la creatività dei bambini;

  • Sono colorati con vernici naturali atossiche e stimolano anche la loro sensibilità nei confronti dei colori;

  • Rispettano l’ambiente perché sono realizzati con legnami provenienti da riforestazioni e con fibre naturali come cotone e juta.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.200 kg
Dimensioni 12 x 12 x 5.5 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cucina legno con cibo finto”